Adorabili amiche

Lasciato alle spalle il tempo delle mele – quello che per la generazione attuale  corrisponde all’incirca all’hashtag  #amichepersempre –  quando ogni amicizia era assoluta e per l’eternità, o almeno fino al momento in cui si palesava all’orizzonte il primo che piaceva a entrambe, si passa attraverso una sterminata terra di mezzo fatta di amicizie che vanno e vengono, seguendo le fasi dell’esistenza e le necessità di sopravvivenza.

Le amiche sono le Best Supporting Actresses del nostro  film, quello di cui siamo protagoniste e registe, quello che non ci stanchiamo mai di rivedere, anche se alcune scene non ci piacciono per niente, ma non possiamo più eliminarle. Sono personaggi fondamentali,  e non dimentichiamoci che nel ruolo di attrici non protagoniste Ingrid Bergman, Juliette Binoche e Angelina Jolie, tanto per dirne qualcuna, hanno vinto l’Oscar. Mica le prime arrivate…

Con le amiche abbiamo condiviso la Barbie e l’ansia per gli esami, ci hanno accompagnato a rilegare la tesi, hanno fatto la guardia alla porta di infinite toilettes e le testimoni al nostro matrimonio,il primo e anche eventualmente il secondo e il terzo, nel bene e nel male, in salute e in malattia. Con loro abbiamo pianificato strategie di conquista, ci siamo disperate per le sconfitte e ubriacate  per i trionfi. Con il loro aiuto siamo riuscite a trovare  i carrarmatini necessari per giocare al nostro personale, quotidiano Risiko dove non c’era nessuna Kamchatka da conquistare ma tanti ostacoli da superare.

E a meno che non siamo state così sfortunate da aver incontrato solo le persone sbagliate, possiamo dire , badando all’essenziale, che una vera, adorabile amica:

  • non festeggia il decennale (il ventennale, il trentennale…) della maturità per il semplice motivo che non avete mai smesso di vedervi dal giorno in cui siete andate a controllare i tabelloni.
  • non ti regala mai il libro sbagliato, o che hai già.
  • ti ha avvisato prima e consolato dopo ogni cazzata che hai fatto. E ne hai fatte un bel po’…
  • se suo marito è un tuo amico da prima che la sposasse, non è gelosa.
  • ti dice quanto costano veramente le scarpe che indossa.
  • ti aiuta a vedere le cose sotto una diversa prospettiva, a trovare i contro e a migliorare i pro.
  • vuole bene ai tuoi figli come se fossero i suoi.
  • quando le capita qualcosa di bello o di brutto o di buffo o di triste ti fa la diretta su WhatsApp anche alle otto di mattina.
  • sa quali sono i tuoi limiti e se sbagli ha le parole per spiegarti il perché senza che tu possa onestamente trovare anche un solo motivo per darle torto.
  • ti dice che quei pantaloni ti stanno decisamente male.
  • avete gli stessi gusti in fatto di dolci ma non necessariamente di uomini.
  • legge il tuo blog con attenzione, si ricorda persino alcune frasi e se in quello che scrivi le sembra di avvertire un leggero disappunto, un velo di tristezza o una deriva malinconica si affretta a mandarti una mail o a telefonarti per sapere se va tutto bene.

Grazie, amiche.

e grazie anche a Dolce & Gabbana per la foto

Tags

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.