Grazie per questo anno fantastico

Un anno che si chiude con la separazione di Briatore e la Gregoraci merita di essere ricordato. Si, è vero, c’è anche stata la fine della legislatura ma vuoi mettere le foto di Flavio che si bacia con un’altra in confronto alla conferenza stampa di Paolo Gentiloni? Per qualche giorno lasciateci preoccupare più per la sorte del povero Nathan Falco che dello spauracchio di Giggino Di Maio a Palazzo Chigi. In fondo siamo ancora in vacanza e l’impegno al momento è in attesa di riemergere dalle fette di panettone. A Gennaio saremo più serie, promesso.

Comunque per le madame, le sciure e le over fifty in generale il 2017 è stato un anno d’oro. Ci hanno dedicato una “special sciura issue” di Vogue (ottobre), un account Instagram  e un film francese (leggete QUI). Abbiamo meritato un oscar alla carriera (Agnés Varda), sistemato una premiere dame all’ Eliseo, una Lady al 10 di Downing Street e riconfermato Angela in Germania. Hanno finalmente compiuto i Cinquanta anche Julia Roberts, Nicole Kidman e Carlà Bruni. E Fiorella Mannoia è arrivata seconda al Festival di Sanremo senza vincerlo soltanto perchè quando si votava le signore erano già addormentate da mo’ sul divano.

Su questo blog sono usciti 57 post, poco più di uno a settimana e le visualizzazioni sono state più di 40.000.  Il post più letto è stato Eleganza over 50: qualche precisazione, ma anche #madamemetropolitane Ho visto donne sono piaciuti molto.

Il  libro Giro vita si è confermato un long seller tanto che si è già arrivati alla seconda ristampa a solo un anno dall’uscita.

In questo anno ho conosciuto tante lettrici e ho capito che tutto questo aveva il suo senso ogni  volta che qualcuna mi ha confessato di riconoscersi in quello che scrivo, ogni volta che alle presentazioni vedevo facce attente e divertite, quando qualcuno ha scritto di me , ogni volta che ho ricevuto un invito a parlare di quello che scrivo sul “giro vita che si allarga e sulla vita che è a un giro di boa”.

Sono grata a chi dedica qualche minuto della sua giornata alle mie righe e sono felice di farvi ridere e pensare. E alle volte anche commuovere.

Sono orgogliosa di quello che ho imparato: a capire a che ora è meglio pubblicare i post perché li leggiate in tante, a pianificare gli argomenti, a ridimensionare le foto da pubblicare, a gestire un account instagram e a seguire quelli delle persone che mi interessano, a interagire e a divertirmi con i social media, senza esserne dipendente e senza postare troppe foto di gattini, tramonti e colazioni.

Sul profilo instagram @blogmadamando  le foto delle #madamemetropolitane e del loro stile hanno un discreto numero di followers. Sono chiaramente una citazione di @sciuragram ma le signore che pubblico io sono un po’ più giovani. Per favore, fate girare l’hashtag. E se non sapete come si fa, chiedete ai vostri figli.

Ho imparato grazie a voi che quando racconto le signore è sempre meglio aggiungere un sorriso, perché la gente non pensi che siamo donne in disarmo e tristi ma ci veda come persone piene di esperienza e di vita.

Ho capito come fare a leggere un’intera frase senza andare in debito d’ossigeno (grazie Laura), ma anche che qualche volta sarebbe stato meglio scrivere periodi più brevi. Perdonatemi, non ho fatto nessun corso di storytelling: scrivo quello che mi piace per me. E per voi.

Perciò, signore mie, posso dirvi solo GRAZIE per come avete reso pieno e interessante e divertente questo mio 2017. Spero di avervi ricambiate almeno un po’ e sono sicura che, ancora con il vostro aiuto straordinario, anche il 2018 potrà essere niente male.

E noi, come sempre, lo aspettiamo con fiducia, perchè IL MEGLIO DEVE ANCORA ARRIVARE

8 Commenti

  • Anna Maria Mantovani ha detto:

    Ciao cara, complimenti per l’anno che si sta concludendo e auguri per quello futuro che sento, dalle tue parole, già pieno di mille progetti. Ma soprattutto grazie per la leggerezza che sai dare ai nostri giri di vita e di boa …
    Auguri

  • Roberta Chiantaretto ha detto:

    Felice ed orgogliosa di averti conosciuto. Sei fantastica! Racconti le cose esattamente come le penso, e non passa volta in cui sorrida e rida di ciò che scrivi.
    Continua così. Il 2018 ti riserverà ancora molte sorprese.
    Un abbraccio forte forte e Buon Nuovo Anno!

  • Clara Brunod ha detto:

    Ti leggo sempre con piacere. Ho 65 anni, sono appena andata in pensione e contemporaneamente separata da mio marito (17 anni di matrimonio) al quale “sono cambiati i sentimenti ” e voleva fare l’amico. Allora la madama, che sarei io, dopo il giusto ed inevitabile periodo di macerazione, è partita per il Nepal e c’è rimasta 2 mesi a fare lavoro volontario (in una casa d’accoglienza per donne maltrattate!) e brevi viaggi per il paese. E allora si può ancora…mad’amare che fa rima con volare.

    • admin ha detto:

      Il tuo é stato un “giro di boa” molto impegnativo che hai saputo gestire con forza e anche umanità. Sono fiera di avere lettrici come te: mi fate imparare tanto. Un abbraccio

  • Gabriella ha detto:

    Mi aggiungo agli auguri per un 2018 pieno di cose (e madame) bellissime! È stato un piacere leggere i tuoi articoli, riconoscermi in taaaante cose e sentirmi partecipe delle tue parole. Spero di vederti prestissimo qui a Milano…
    Felicissimo 2018 a te e alle altre lettrici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *