Se non posso riscrivere la mia storia, la tingo

Sarebbe bello poter riscrivere qualche episodio della nostra storia. Cambiare qualche battuta, migliorare il finale di una scena, ricucire un rapporto che non abbiamo saputo tenere insieme,  rammendarne la trama o anche soltanto dare una “rinfrescata”, come si fa con gli abiti e gli accessori tenuti per tanto tempo nell’ armadio, ma mai dimenticati o regalati.

Come quando all’ improvviso dai ripiani alti o dalle profondità dei cassetti spunta quel carré di Hermès che ci hanno regalato per un compleanno importante, per l’anniversario di un evento speciale o che abbiamo acquistato per noi stesse, per gratificarci, consolarci o semplicemente perché conquistate dalla bellezza del disegno e dalla morbida mano della seta.

Una madeleine in seta di novanta centimetri per novanta, dai colori ormai non più di moda che ci farebbe piacere indossare ancora, magari inventando nuovi modi per annodarlo al collo o per dare un senso a un vestito un po’ anonimo.

Ma se il film della nostra vita non può essere restaurato o migliorato, ho scoperto che con il mitico carré comprato ormai son tanti anni con il primo sudato stipendio, qualcosa si può fare: tingerlo.

Perciò l’ho portato alla Lavanderia Hermès, aperta fino al 15 Ottobre a Torino. per sottoporlo al lavaggio colorato. Il risultato? Sarà una sorpresa. Infatti il rosa peonia, il blu oceano, il rosso mattone – i colori tra cui scegliere – si sovrapporranno ai colori originali con un risultato unico per ogni pezzo. Io ho fatto la mia scelta e sono curiosa di scoprire come sarà il mio vecchio/nuovo carré ritinto di rosa. 

Ma soprattutto mi piace l’idea di dare una nuova chance a un piccolo pezzo della mia storia. Se tutti hanno diritto a una seconda possibilità, chi la merita più di un carré Hermès?

 

Hermèsmatic – Via Maria Vittoria 2, Torino – fino al 15 Ottobre

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *