Le 6 parole della madamitudine: #3 Leggerezza

leggerezza /ledʒ:e’rets:a/ s. f. [der. di leggero]. – 1. [qualità di ciò che ha poco peso: l. di un gas; l. di una piuma] ≈ (lett.) levità, (non com.) lievità. 2. (estens.) a. [qualità di ciò che è agile: l. di passo] ≈ agilità, elasticità, scioltezza, speditezza, sveltezza. b. [qualità di ciò che è delicato: l. del tocco di un artista] ≈ delicatezza, grazia, (lett.) levità, morbidezza. c. [qualità di ciò che appare naturale: l. di stile] ≈ immediatezza, naturalezza, scioltezza, semplicità, spontaneità.

Leggerezza non è incostanza, superficialità, frivolezza ma un’arma efficace “contro la pesantezza, l’inerzia e l’opacità del mondo” (I.Calvino, Lezioni americane).

Le cose leggere…
una carezza, una risata,una camicetta di seta, una tenda gonfiata dal vento, un lavoro fatto bene, un bambino appena nato, le parole (tra noi leggère), il balzo di un gatto, il giorno dopo la maturità, la neve, un velo da sposa, i petali di una rosa che sfiorisce, la musica, saltare la corda, un passo di danza, un bacio a fior di labbra, una pedalata in città, l’amicizia nata sui banchi di scuola, l’aria della collina… l’amore.

Le cose pesanti
le borse della spesa, le gambe dopo una giornata in piedi, le parole dette litigando, il dolore di un amico, le palpebre che si abbassano per la stanchezza, un anziano genitore da sollevare di peso, una spesa non prevista, Guerra e pace da leggere a letto, un rimprovero, i vestiti zuppi di pioggia, una salita, un pugno, un passo militare, un lunedì d’inverno, una coda in autostrada… l’amore.

(3.continua)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.