Ho visto donne

Ho visto donne passare attraverso un grande dolore e poi offrire la loro nuova forza agli altri.

Ho visto donne difendere il loro amore contro la logica, contro i pregiudizi e a volte anche contro la legge.

Ho visto donne aspettare un’amica davanti alla toilette di una discoteca, ma anche nella sala d’attesa di un medico.

Ho visto donne venire allontanate nel momento della morte di un uomo cui avevano dedicato la vita.

Ho visto donne combattere tante battaglie e credere che ognuna di esse, dalla più grande alla più piccola, meritasse sempre l’impegno più profondo.

Ho visto donne regalare sorrisi dietro uno sportello di banca, alla cassa del supermercato, al bancone di un bar, a un chiosco di giornali, alla guida di un taxi.

Ho visto donne fare meglio degli uomini e non fermarsi a raccogliere le congratulazioni perché si era fatto tardi e la baby sitter doveva andare a casa.

Ho visto donne preparare slide di grafici, statistiche e immagini fino a notte fonda per la carriera di uomini che sapevano a malapena  usare Word.

Ho visto donne a cui il cuore scoppiava d’orgoglio e gli occhi di lacrime davanti ai successi di un figlio, mascherare tutto per paura di sembrare esagerate.

Ho visto donne vincere premi, allevare figli, scrivere capolavori, indossare abiti, guidare paesi, comprare scarpe, dirigere aziende, aprire ristoranti, salire nello spazio, presiedere istituzioni o scegliere un collant con grazia e pragmatismo insieme.

Ho visto donne adulte mettersi in gioco per una buona causa con l’entusiasmo di ragazzine e raccogliere i risultati con fierezza e allegria.

Ho visto donne farsi la guerra per ottenere l’approvazione degli uomini e l’unica cosa che hanno ottenuto è stato il dileggio per non sapere fare squadra (e ho visto uomini per cui il concetto di fare squadra si limitava alle partite di calcetto, ma nessuno ha mai avuto niente da dire).

Ho visto donne fare lavatrici, stendere lenzuola e stirare a qualsiasi ora del giorno e soprattutto della notte.

Ho visto donne che non si prendevano troppo sul serio insieme a uomini che si prendevano esageratamente sul serio. Ma così l’equilibrio era salvo.

Ho visto donne essere oggetto di sguardi e gesti e parole e toni che non conoscevano rispetto.

Ho visto donne cantare a squarciagola da sole in auto.

Ho visto donne aprire le braccia e il cuore a chi non lo meritava, sapendolo. E a volte morire per questo.

Ho visto DONNE

(Foto di Carlo Gesso Giuliano)

Tags

3 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.