La manutenzione. Ovvero il naturale seguito al post di ieri

Certo  una mattinata storta come quella che ho raccontato QUI ieri può sempre capitare, e una ruga in più non è necessariamente l’inizio della débacle. A tutto si può porre rimedio se – come Alice – siamo capaci di “attraversare lo specchio” e fare della doverosa e costante manutenzione per aiutare il tempo che passa a passare nel modo meno appariscente possibile.

Siamo la generazione che ha imparato la prevenzione contro il cancro al seno e si fa domande sul vaccino contro il papilloma virus , che sa di dover portare periodicamente l’auto a fare il tagliando (vi sembra ovvio? provate a chiedere a mia madre se ha mai saputo cosa significassero le parole “cambio olio e filtri”), che ha l’abbonamento per il controllo dei fumi della caldaia: per delle donne così cosa  volete che siano un po’ di cura e attenzione? E rieccoci a cantare Battiato : Ti salverò da ogni malinconia, /perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te…/io si,che avrò cura di teeeeeee

Comunque nella lotta quotidiana alla ruga che incalza è bello sapere che non siamo sole. Nei  laboratori di importanti aziende multinazionali c’è gente che si occupa di test cosmetoclinici, di betaglucani, di radicali liberi, esistono prodotti  ad effetto perfusione per rilanciare  la sincronizzazione cellulare, microsfere che fanno riacquistare tonicità e si può tranquillamente fare affidamento sull’ idratazione fusion e sull’ azione rimpolpante di creme e sieri. E se non ci credete sfogliate una qualsiasi rivista o guardate uno spot tv: quelle che avete appena letto sono reali citazioni da pubblicità di cosmetici.

Armate di buona volontà e carta di credito scendiamo nel negozio Sephora più vicino a casa (senza dimenticare la tessera per i punti, mi raccomando!), nella parafarmacia di fiducia o nell’erboristeria dietro l’angolo e procuriamoci tutto quanto occorre per seguire il programma detox-risistemante che più ci piace, che sia quello che abbiamo letto sul blog seguitissimo o che ci ha consigliato l’amica che lo ha provato.

Ma non permettiamo che i peli superflui guadagnino un centimetro in più, che le nostre unghie restino senza forma, che la ricrescita la faccia da padrona, che tutte quelle creme idratanti,primer, BB cream, CC cream e antirughe non trovino il loro giusto impiego. Iniziamo la nostra personale campagna di manutenzione periodica con determinazione e anche se – a forza di “in fondo  bastano cinque minuti al giorno” – ogni santa mattina se ne va una mezz’ora in spalmamenti e pinzette e per di più in casa nessuno si accorge della differenza (e quando mai?).

La vera soddifazione sarà tutta in quel breve, privato e quotidiano momento tra noi e lo specchio.

 

Tags

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.